Università Atlantidea
  • CHI SIAMO

Università Atlantidea è un’associazione culturale (Universalia Atlantidea) e un’azienda agricola. Entrambe nascono nella terra di Coa Sa Mandara dal lavoro di un gruppo di persone che da tempo operano insieme, sia in Italia che in India ed in Nepal, per sperimentare la gioia e la fatica di dare forma e vita alle proprie idee e che hanno scelto di porsi delle domande rispetto a tutto quello che ci circonda, non solo ciò che non stupisce più le nostre coscienze addormentate, ma tutto ciò che è sommerso ed ormai nascosto a tutti noi.

Da qui l’impegno in un’attività di studio e di ricerca nell’ambito di una visione circolare della vita e non solo rettilinea, attraverso un lavoro di interconnessione tra il mondo della scienza e della religione, della filosofia e delle tradizioni, lungo la memoria storica alla ricerca dell’archetipo originario per portare e proteggere il seme del futuro, per tracciare il ponte tra Spirito e Materia e riuscire a percorrerlo.

Sede naturale di questo progetto che si nutre costantemente di ricerche, viaggi, incontri, notizie raccolte da ogni parte del mondo, fatto di traduzioni, studio, interviste, video e videoclip, è la Barbagia, un’isola nell’isola, dove la natura è ancora incontaminata, il latte si beve fresco appena munto e l’acqua “sorge”(vedi Sorgono) dalle profondità della terra.

Qui, studiando quanto ogni COSA sia importante per comprendere dove l’intero pianeta si stia incagliando e dove noi tutti DAVVERO siamo diretti, alimentati da un approccio sincero verso la cooperazione e la condivisione, dal contatto vicino e schietto tra le persone (e questa è la forza che crediamo debba diventare VITA!), stiamo cercando di concretizzare nella realtà il duplice concetto di CULTURA/COLTURA, sperimentando in prima persona cosa significa vivere nella natura, svegliarsi e vedere fuori dalla finestra alberi, prati, fiori, animali, cielo; mangiare vegetali, frutta, pane senza concimi chimici, studiare e pensare nel silenzio a contatto con la natura e i suoi ritmi.

Tutto questo in un intreccio continuo di PASSATO e FUTURO, recuperando i vecchi sistemi affinché non vadano perduti e non disdegnando affatto la tecnologia che facilita la vita, a condizione che non sia invasiva o distruttiva.

La scelta di vivere qui nasce dal desiderio di voler ricordare le radici della nostra esistenza fisica e della coscienza, di voler ANDARE consapevoli verso il futuro tanto ignoto di questo nostro tempo, e si riaffaccia ogni giorno in tutta la sua bellezza e la sua difficoltà.

La natura del posto ancora incontaminata è di una bellezza strepitosa, non tradisce, dopo il primo incontro e il primo impatto si ripropone bella, verde, interessante, ancora SANA e accogliente; i menhir dai quali siamo circondati (la terra sede dell’Università Atlantidea è confinante con un sito archeologico) rappresentano la forza e la memoria di questo luogo.

La gente della Barbagia, i luoghi intorno, le tradizioni e la cultura un po’ tutta alla quale ci siamo affacciati ci ha accolto con grande calore e dignità. Come dire, senza eccessi, ma donandoci ciò che di buono e di vero questa terra e i suoi abitanti ancora custodiscono.

Non è una scelta di fuga, ma di partecipazione continua e costante, sia rispetto a ciò che avviene qui, sia a ciò che avviene nel mondo con il quale noi TUTTI, spesso in viaggio, siamo sempre in contatto.

Incontriamo con piacere chiunque voglia condividere un’esperienza rara in un luogo altrettanto raro.

Viola Valeria Padovani